Salini Impregilo chiude l’aumento lampo: entra anche Del Vecchio

costruzioni

Chiusa in poche ore l’operazione da 600 milioni di euro con il collocamento di 400 milioni di titoli che darà vita a Progetto Italia e sancisce l’ingresso di Cdp nel capitale della compagnia e la conseguente diluizione del socio Salini Costruttori che comunque parteciperà all’iniezione di liquidità con 50 milioni. Forti richieste dagli investitori istituzionali

di Laura Galvagni

default onloading pic

1′ di lettura

Anche Leonardo Del Vecchio nella nuova compagine azionaria di Salini Impregilo. L’imprenditore ha investito nell’aumento di capitale da 600 milioni con il collocamento di 400 milioni di titoli avviato e chiuso in poche ore. Il prezzo finale è stato fissato in 1,5 euro a titolo e ora il nuovo assetto azionario vede Salini Costruttori restare primo azionista ma con una quota diluita al 44,9 %. A seguire Cdp Equity viene a detenere il 18,6%. Mentre Intesa Sanpaolo e UniCredit il 5,27%. Infine Banco Bpm con lo 0,67%.

L’aumento, funzionale a dar vita a Progetto Italia, sancisce anche l’ingresso di Cdp nel capitale della compagnia e la conseguente diluizione del socio Salini Costruttori che comunque ha partecipato all’iniezione di liquidità con 50 milioni. Altri 250 milioni sono arrivati dalla Cassa e 150 dalle banche finanziatrici, in primis UniCredit e Intesa Sanpaolo . I restanti 150 milioni sono stati offerti a investitori istituzionali.

Quanto ai dettagli tecnici, a seguito dell’esercizio da parte del consiglio di amministrazione della delega ad aumentare il capitale sociale per un importo pari a 600 milioni di euro, è stato annunciato l’avvio di un collocamento di nuove azioni ordinarie della società riservato a determinati investitori al fine di ottenere proventi lordi per 600 milioni di euro. I proventi netti dell’aumento di capitale saranno destinati a supportare, in via prioritaria, il progetto volto a rafforzare il settore nazionale delle grandi opere e delle costruzioni, che farà parte del più ampio piano industriale della Società relativo al triennio 2019-2021.

Source link

8 Novembre 2019
Copyright © 2019 Ecoknowledge.it All rights reserved. | Sito realizzato da: SerraSimone