RiDE chiude un round da 400mila euro guidato da Iren

2′ di lettura

Nuovo round perSmart Mobility, la startup che ha sviluppato RiDE, il servizio di mobilità ibrida condivisa alimentato dalla batteria portatile Ridebank. Il nuovo finanziamento di 400mila euro è stato guidato da Iren assieme a LVenture Group, T-Group e alcuni business angel di Italian Angels for Growth (IAG).

L’operazione è avvenuta attraverso un aumento di capitale, che vede l’ingresso in Smart Mobility come partner strategico di Iren: un’operazione di corporate venture capital molto importante per l’ecosistema italiano dell’innovazione, che vede una delle principali e dinamiche multiutility del Paese investire in una realtà innovativa pronta a trasformare la mobilità urbana in un’ottica di sostenibilità.

RiDE, startup lanciata da LVenture Group attraverso il suo acceleratore LUISS EnLabs, ha sviluppato una soluzione di sharing mobility per tutte le città, dai grandi centri ai piccoli comuni, a partire dal bike sharing. La startup ha sviluppato un modello molto semplice: in ogni comune in cui il servizio è attivato vengono individuate la combinazione migliore per il posizionamento di bici elettrico-assistite e “stazioni virtuali”, aree del territorio comunale utilizzabili come parcheggi, visualizzabili con l’app RiDE | Hybrid Mobility.

«L’ingresso in RiDE è la terza operazione di corporate venture capital dopo il lancio di IrenUp, il programma nato un anno fa per supportare le startup innovative. Con RiDE siamo contenti di poter contribuire concretamente allo sviluppo della mobilità elettrica in Italia, aggiungendo un nuovo servizio alla ricca gamma di offerta di IrenGo» hanno affermato Renato Boero e Massimiliano Bianco, presidente e amministratore delegato del gruppo IREN.

Luigi Capello, ceo di LVenture Group, ha poi sottolineato: «Abbiamo creduto sin dal principio nel team di RiDE, che ha sviluppato una soluzione di sharing-mobility sostenibile in grado di facilitare la mobilità urbana nei Comuni, dal piccolo paese alle città più grandi. La qualità dei mezzi, la batteria elettrica portatile e il modello di business che coinvolge tutti gli attori in gioco, il Comune, i partner e gli utenti finali, rappresentano un importante valore aggiunto per la loro affermazione sul mercato».

Source link

4 Novembre 2019
Copyright © 2019 Ecoknowledge.it All rights reserved. | Sito realizzato da: SerraSimone