“Nessun commissariamento, Bankitalia ci è vicina. Qui c’erano conti truccati” – Repubblica.it

MILANO – Fino a pochi giorni prima dell’esplosione della crisi intorno alla Banca Popolare di Bari, i vertici dell’istituto rassicuravano i manager spiegando di avere Banca d’Italia e governo dalla propria parte e, soprattutto, che non ci fosse alcun rischio di commissariamento. È quanto documenta un audio esclusivo pubblicato da Fanpage, relativo a una riunione con i dirigenti del 10 dicembre scorso, appena tre giorni prima che la Banca d’Italia decidesse il commissariamento dell’istituto spianando la strada all’intervento del governo. Una riunione in cui non mancano alcune pesanti ammissioni sul passato, con l’amministratore delegato Vincenzo De Bustis che si sfoga: “Truccavate persino i conti economici delle filiali”.

Rep

“Non c’è rischio di commissariamento. Entro Natale la banca sarà salva”, dice il presidente Gianvito Giannelli ai suoi mostrando grande sicurezza, escludendo categoricamente che alla banca possa toccare la stessa sorte di  Carige (il commissariamento) o ancora peggio quella delle due banche venete. Giannelli assicura che “la Banca d’Italia ci è molto vicina, in tutti i passaggi” e che “ai vertici del governo” c’è “una grandissima attenzione”.

Rep

Quindi prende la parola l’amministratore delegato Vincenzo De Bustis. “È stato molto irresponsabile quello che è avvenuto negli ultimi tre, quattro anni. Quello che è successo è un esempio di scuola di cattivo management, irresponsabile, esaltato”. Quindi De Bustis, riferisce Fanpage, entra quindi nel dettaglio. “Quando sono arrivato la prima volta c’era un signore coi capelli bianchi a capo della pianificazione e controllo, a cui chiesi di vedere i dati delle filiali. Tutti truccati. Truccavate persino i conti economici delle filiali. Taroccati. Chiesi anche di vedere la lista delle prime 50 aziende affidatarie e non me l’hanno mai portata. Quell’epoca è finita. Su queste cose i nuovi padroni vi faranno l’esame del sangue”.

In seguito alla pubblicazione dell’audio, la Procura di Bari ha delegato la Guardia di Finanza perché acquisca la registrazione. L’audio andrà a far parte dei fascicoli d’indagine, sotto il coordinamento del procuratore aggiunto Roberto Rossi, sulla gestione della Popolare di Bari nelle quali risulta indagato tra gli altri anche lo stesso De Bustis.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA

Source link

17 Dicembre 2019
Copyright © 2019 Ecoknowledge.it All rights reserved. | Sito realizzato da: SerraSimone